Due anni di bugie di Caldoro, guarda il video

Cicca sul segente link per vedere il video su youtube:

http://www.youtube.com/watch?v=4yWwax2Yi7k

Buona visione!

LA CAMPANIA CHE RINASCE?

DUE ANNI DI BUGIE

L’editoriale di Antonio Marciano, consigliere regionale PD

E’ cominciato tutto per gioco, ma ben presto ci siamo resi conto che sarebbe diventato qualcosa di più serio. Di più, una mossa mediatica azzeccata. La nostra, certo, non quella di Caldoro. “La Campania rinasce? Due anni di bugie”, video virale firmato da La Campania Giovane che un paio di settimane fa abbiamo deciso di mettere in rete, è riuscito a collezionare in pochi giorni molti più clic dell’originale realizzato dall’esperto di comunicazione Luigi Crespi per raccontare i primi due anni di governo Caldoro in Campania (“La Campania che rinasce, due anni con Caldoro”). Un successo che si spiega in due modi. Primo: evidentemente chi racconta la verità desta più interesse di chi costruisce la menzogna. E poi: malgrado gli sforzi enormi per superare evidenti lacune comunicative, il Presidente non sfonda. Né sui canali tradizionali di comunicazione, né su internet. Tra il Governatore e il popolo del web la scintilla tarda a scoccare: dopo il mezzo flop del filo diretto con i cittadini che andava in streaming ogni lunedì su http://www.regionecampania.it, anche il video-racconto dei primi due anni alla guida di Palazzo Santa Lucia non è riuscito a collezionare troppi clic. Anzi, ancora una volta il tentativo di rilanciarsi nel mondo della comunicazione 2.0 rischia di trasformarsi per Caldoro in un boomerang. Soprattutto se nelle prossime ore i navigatori del web continueranno a preferire al video ufficiale quello in cui alla voce del Presidente che elogia il lavoro della Giunta sul fronte del contenimento della spesa, della sanità, del lavoro, dei trasporti pubblici, dei rifiuti, si sovrappongono le immagini delle barelle nei corridoi degli ospedali, delle proteste dei precari e dei cassintegrati, delle migliaia di pendolari della Circumvesuviana in attesa che passi un treno, della discarica di Terzigno riempita all’inverosimile di sacchetti. Un video montato ad arte a metà tra lo sfottò e la denuncia, in cui trovano spazio anche volti noti della tv come Maurizio Crozza (che attacca il condono edilizio proposto qualche mese fa dal consigliere regionale PDL Luciano Schifone) e leader politici nazionali come il deputato Maurizio Lupi, nel suo memorabile fuori onda ripreso da Striscia la Notizia in cui attacca il Governatore campano. Con una chiosa finale. L’immagine di Caldoro in versione Mago Silvan e la scritta ironica: “E adesso cos’altro tirerà fuori dal cilindro?”.

(Dal numero di maggio de “La Campania giovane”)

Annunci

Pubblicato il 2 maggio 2012, in La Campania giovane con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: