Amministrative, l’exploit di Mangoni, il candidato ideale

Parliamo di Luca Mangoni, candidato nella lista di Milly Moratti (cognata del sindaco uscente e moglie di Massimo Moratti, il presidente dell’Inter), che sostiene Giuliano Pisapia. Mangoni è sicuramente un personaggio eclettico: architetto, politico e collaboratore (per la parte scenografica e coreografica) del gruppo musicale italiano “Elio e le Storie Tese”. Durante vari concerti del gruppo di Elio si è presentato in stravaganti travestimenti, dei quali il più famoso è quello del “Supergiovane”, vestito da supereroe e spesso in sella ad una Vespa scoppiettante. Nella sua carriera di architetto il lavoro più conosciuto a pareri contrastanti è la “Mangoni Tower”, un palazzo residenziale in via Nervesa a Milano. In qualità di architetto, Mangoni è considerato uno specialista in tema di urbanizzazione e nella gestione di tutti i “servizi” sotterranei.

Nel 2010 appare nella lista del candidato presidente della Regione Lombardia per la Federazione della Sinistra e sarebbe stato eletto automaticamente se avesse vinto il candidato presidente Vittorio Agnoletto.

Alle amministrative, il “supergiovane”, che si è prasentato come il “Candidato ideale”, ha fatto registrare un vero è proprio exploit, raggiungendo quota 1.068 preferenze. Un risultato sorprendente che ridimensiona ulteriormente il già deludente numero di voti raccolto da vari candidati del centrodestra. Ad esempio Roberto Lassini, l’autore degli infelici manifesti “Via le BR dalle procure” ha ottenuto duecento voti in meno, mentre Giovanni Terzi, anch’egli architetto ed assessore alle Attività produttive, Politiche del Lavoro e dell’Occupazione dell’amministrazione Moratti, ha addirittura ottenuto trecento preferenze in meno.

Per quanto riguarda poi la sfida tutta musicale con la candidata Ornella Vanoni, che sosteneva Letizia Moratti, non vi è proprio stata sfida. La cantante milanese non è infatti riuscita ad andare oltre le 36 preferenze, un risultato sorprendentemente scarso vista la notorietà del personaggio.

Durante questa campagna elettorale Mangoni ha realizzato un video musicale, a suo modo geniale, per far conoscere le sue idee sulla città. Anche in questo caso all’insegna della stravaganza, ha realizzato una parodia del celebre discorso di Berlusconi del 1994 della “discesa in campo”. Di seguito un raffronto tra i due discorsi.

LA “DISCESA IN CAMPO” DI BERLUSCONI

LA “DISCESA IN CAMPO” DEL CANDIDATO IDEALE

(Articolo pubblicato su “Caffè News”, lo potete vedere cliccando qui)

Annunci

Pubblicato il 18 maggio 2011, in Caffè News con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: